JOLLIES
Giuseppe Abate
Gökçen Dilek Acay
Nico Angiuli
Enrico Boccioletti
Nicole Colombo e Luca Loreti
Giovanni Copelli
Loris Gentile
Associazione Mazalora 1947
Luigi Ontani
Luigi Presicce
Dennis Tyfus
Devis Venturelli
[a cura di Filippo Marzocchi e Mattia Pajè]
@ NESXT, Officina500, Torino
Dal 26 ottobre al 5 novembre 2017

jollies13Jollies, Officina 500, Torino, 2017.

jollies12Jollies, Officina 500, Torino, 2017.

jollies11Devis Venturelli, Senza Titolo (serie Paracarri), foto c-print, 2009.

jollies10Enrico Boccioletti, Bipolar, dentifricio su pane da toast, 2013.

jollies9Nicole Colombo e Luca Loreti , Kane di Fu, polistirene, polistirolo, resina, vernice cromata, cuscino, 2015.

jollies8Luigi Ontani, Violin not Violent, fotografia dipinta in cornice dorata, 2002.

jollies7Gökçen Dilek Acay, Barking Woman, video loop, 2012.

jollies6Luigi Presicce, Mago, acrilico su tela, 2011.

jollies5Dennis Tyfus, Stay, cemento, metallo, peso di piombo, stampa su palloncino, 2015.

jollies4Giovanni Copelli, Danger in the Woods, olio su lino, 2017.

jollies3Giuseppe Abate, Bugie, colla a caldo, colore acrilico, 2017.

jollies2Nico Angiuli, Maschera di Pascali (da Incarnatio Duabus Rotis Rotatis), maschera in feltro cucita a mano, 2009.

jollies1Loris Gentile, Storie di Instagram, video loop, 2017.

[ITA]
Jollies è un progetto nato dalla necessità di creare un ambiente ibrido tra una mostra collettiva ed un unico habitat immersivo.
A partire da grosse sculture di cartapesta utilizzate per addobbare carri carnevaleschi, il progetto coinvolge artisti e artigiani di diversa provenienza.
Una serie di oggetti raccontano di atteggiamenti tanto antichi quanto contemporanei: la tensione verso la contraffazione, il nascondere, il generare mistero circa la propria identità o personalità.
Jollies è un travestimento, è un contenitore di ambiguità sotto forma di progetto espositivo.

[ENG]
Jollies is a project born of the need to create a hybrid environment between a collective exhibition and a single immersive habitat.
Starting from large paper sculptures used to decorate carnival wagons, the project involves artists and artisans of different origin.
A series of objects tell about both old and contemporary attitudes: the tension against counterfeiting, to conceal, to create a mystery about identity or personality.
Jollies is a disguise, it is a container of ambiguity in the form of an exhibition project.